il progetto

Perché COLLOCHIAMO

COLLOCHIAMO è un progetto nato per aiutare le persone con più di 40 anni a rientrare nel mercato del lavoro attraverso percorsi dedicati e studiati appositamente per loro.

COLLOCHIAMO supporta le persone con più di 40 anni di età nella definizione di un progetto professionale, le conduce alla consapevolezza di essere protagonisti del proprio percorso di ricollocazione, è al loro fianco per offrirgli le più efficaci tecniche e strategie di ricerca attiva.

COLLOCHIAMO aiuta a saper gestire gli strumenti per interagire con il mondo del lavoro.

Il percorso

Il percorso studiato da COLLOCHIAMO ha come obiettivo quello di supportare il lavoratore nella definizione di un progetto professionale che lo renda più consapevole di essere il “protagonista” principale del percorso di ricollocazione. Per farlo vengono proposte tecniche e strategie di ricerca attiva così da essere sempre pronti ad una nuova ricerca di lavoro, in una realtà in cui imparare a conoscere le dinamiche del mercato del lavoro locale e nazionale e gestire gli strumenti per interagire con il mondo del lavoro e con le imprese è essenziale.

1. Orientamento specialistico
Dopo la stipula del Patto di Servizio Personalizzato a cura del Centro per l’Impiego territorialmente competente prede il via il percorso di orientamento specialistico.
Il lavoratore sarà invitato a partecipare al primo dei quattro incontri previsti dal percorso, strutturati tendenzialmente su due ore ciascuno, durante il quale, dopo un primo momento di accoglienza ed informazione si inizieranno ad affrontare le tematiche che porteranno alla definizione del progetto professionale. Sono previste mappatura delle competenze, revisione del curriculum, attività di self marketing, simulazioni di colloqui.

2. Accompagnamento al lavoro
Questa azione sostiene l’utente nell’acquisizione di strumenti volti a rafforzare la propria capacità di autopromozione. L’accompagnamento si sviluppa sia attraverso azioni di supporto che aiutino l’attivazione personale del lavoratore nella ricerca attiva e nella preselezione, sia con azioni di scouting delle opportunità occupazionali presenti sul territorio e relativa messa a sistema delle vacancy esistenti. Terminato il percorso orientativo e formativo, inserito il profilo del candidato nel book dei candidati da promuovere, tutti i profili dei lavoratori in carico verranno inseriti in un data base condiviso tra tutte le agenzie che potranno in qualsiasi momento accedervi per ricercare e selezionare candidati per profili corrispondenti a proprie vacancy.

3. Work Experience
È una misura formativa finalizzata a creare un contatto diretto tra l’azienda ospitante e il tirocinante, allo scopo di favorirne l’arricchimento del bagaglio di conoscenze, l’acquisizione di competenze professionali e, specie per il target individuato dal progetto, l’inserimento lavorativo. Rappresenta una concreta opportunità di realizzare un’esperienza all’interno di un contesto lavorativo strutturato particolarmente utile nei casi in cui via sia stata perdurante lontananza dal lavoro.

4. Modulo Seminariale di Sicurezza sul lavoro
L’attività formativa sarà realizzata prima dell’inizio della work experience e si concretizzerà in un modulo della durata di 15 ore sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, ponendo particolare attenzione all’attività che sarà svolta nel periodo di tirocinio. Lo strumento del seminario si pone come obiettivo principale l’acquisizione e l’aggiornamento delle conoscenze fondamentali sulla sicurezza in ambito aziendale al fine di promuoverne la cultura e di porre in essere comportamenti virtuosi nei differenti comparti produttivi.

 

I punti di forza

I punti di forza del progetto collochiamo sono: esperienza, competenza, presenza sul territorio, gioco di squadra, reticolarità dei soggetti e delle azioni.
L’obiettivo è operare attraverso una stretta sinergia che porti a valorizzare le peculiari capacità dei singoli componenti. Inoltre, nell’idea di perseguire il più possibile la strategia di presa in carico del Case Manager, sperimentata da anni con successo in Lombardia e Piemonte e utilizzata dai componenti l’ATS anche in Garanzia giovani, nell’ottica di assegnare il più possibile un riferimento univoco al lavoratore preso in carico, si è progettata una modalità di gestione del servizio che veda al centro l’utente, cui sarà assegnato un tutor di riferimento, che sarà l’interfaccia principale per tutta la durata del progetto. Al tutor faranno rifermento gli altri operatori che, nelle diverse fasi del progetto, saranno chiamati ad intervenire.

In particolare si è ipotizzato che:

  • le agenzie per il lavoro metteranno in campo le proprie professionalità per la gestione delle attività di orientamento specialistico e individualizzato ed accompagnamento al lavoro
  • gli enti di formazione  svolgeranno in esclusiva le azioni relative al modulo formativo sulla sicurezza sui luoghi di lavoro
  • tutti i componenti dell’ATS concorreranno alla realizzazione delle attività di Work Experience, mettendo a fattor comune, in una logica collaborativa, i contatti e le relazioni con le attività produttive del territorio e non solo.
Le competenze di un team unito

Il progetto COLLOCHIAMO unisce le forze e le competenze di chi opera sul territorio per un obiettivo comune: aiutare gli over 40 anni a reinserirsi nel mercato del lavoro.

I numeri

Oltre 50.000 i lavoratori con oltre 40 anni complessivamente trattati nel periodo 2013 – 2015 dai partner di COLLOCHIAMO.

Circa 500 i lavoratori di oltre 40 anni inseriti in work experience nel periodo 2013 – 2015 dai partner di COLLOCHIAMO.

Circa 16.000 i lavoratori oltre i 40 anni inseriti nel periodo 2013 – 2015 dai diversi partner di COLLOCHIAMO.

 

Guarda la clip di Collochiamo